Catturandi – Nel nome del padre: a settembre la serie tv sulla lotta alla mafia

Catturandi – Nel nome del padre è il titolo della nuova serie tv Rai ambientata a Palermo. Comincerà a settembre, parlerà dell’impegno dello Stato nella lotta alla mafia Tutto pronto per Catturandi – Nel nome del padre. Il 12 settembre 2016 dovrebbe cominciare la nuova serie tv che andrà in onda in prima serata su Rai Uno. La fiction affronterà…

Minacce di morte della ‘ndrangheta a Klaus Davi

La ‘ndrangheta rivolge minacce di morte al giornalista Klaus Davi: la politica calabrese tace Minacce di morte al giornalista Klaus Davi. Si tratta, in realtà, di un remake di quanto era accaduto già nel mese di luglio. Davi si era recato a Vibo Valentia per girare un documentario sulla ‘ndrangheta. In quella occasione aveva rivolto delle domande alla madre del…

Cosa c’entra Vito Ciancimino con il sequestro della Gdf ad Andorra

Si ritorna a parlare di Vito Ciancimino: agli eredi del suo ex socio sono stati sequestrati ad Andorra beni per sei milioni di euro Quando si parla di Vito Ciancimino ritornano alla mente più di vent’anni di mala politica palermitana e siciliana. Dal sacco di Palermo alla trattativa stato-mafia, Ciancimino è stato un uomo molto chiacchierato. Vediamo perché nelle ultime…

Ercolano, ecco l’iniziativa anticamorra del sindaco

Ercolano: ecco l’iniziativa ideata dal sindaco del comune campano per evitare infiltrazioni camorristiche nelle processioni Ad Ercolano è nata un’interessante iniziativa da parte del sindaco Ciro Buonajuto. L’obiettivo è di evitare che esponenti della camorra approfittino delle processioni e delle feste patronali per mostrare a tutti il proprio potere. Sappiamo bene, del resto, quanto sia diffusa, in tutto il Meridione,…

Infiltrazioni mafiose: sciolti quattro comuni, due sono calabresi

Infiltrazioni mafiose: il Consiglio dei Ministri ha optato per lo scioglimento di quattro comuni del Sud: Bovalino e Tropea in Calabria, Corleone in Sicilia e Arzano in Campania Le infiltrazioni mafiose nelle amministrazioni locali rappresentano ancora oggi un grave pericolo per la stabilità di tali istituzioni. La conferma è arrivata dallo scioglimento di quattro comuni del Sud proprio per infiltrazioni della…

Relazione Dia secondo semestre 2015: focus su Lucania, Puglia e criminalità romana

Relazione Dia secondo semestre 2015: le mafie in Lucania ed in Puglia ed un accenno alla criminalità romana Non solo Cosa Nostra, ‘ndrangheta e camorra. La relazione Dia riferita al secondo semestre 2015 fa il punto della situazione anche sulle altre regioni italiane del centro-sud interessate da fenomeni di criminalità organizzata: Puglia e Lucania prima di tutto. Non manca, però,…

Relazione Dia secondo semestre 2015: focus sulla camorra

Relazione Dia del secondo semestre 2015: camorra in Campania, in Italia e all’estero, la situazione La relazione Dia del secondo semestre 2015 ci consente di avere una panoramica abbastanza chiara e dettagliata delle mafie attive in Italia e all’estero. Dopo esserci concentrati su Cosa Nostra e ‘Ndrangheta, è il momento di analizzare la situazione campana, prendendo spunto da quanto accaduto…

Relazione Dia secondo semestre 2015: focus sulla ‘ndrangheta

Relazione Dia del secondo semestre 2015: diamo uno sguardo alla situazione in Calabria relativa all’operare della ‘ndrangheta La ‘ndrangheta è, da più parti, ritenuta tra le organizzazioni criminali più potenti al mondo. Allo stato attuale, è senza dubbio la mafia più forte in Italia. Secondo la relazione Dia riferita al secondo semestre del 2015, sono due i caratteri principali della…