Agguato a Reggio Calabria: morto un 48enne. Gravemente ferito Giuseppe Greco

Agguato a Reggio Calabria: morto un uomo di 48 anni, ferito gravemente Giuseppe Greco, ex pentito e figlio del boss don Ciccio

Agguato a Reggio Calabria, precisamente a Calanna, periferia nord del capoluogo calabrese. Un uomo di 48 anni, Domenico Polimeno, è stato ucciso mentre risulta gravemente ferito Giuseppe Greco, ex collaboratore di giustizia. E’ molto probabile che fosse proprio quest’ultimo il vero obiettivo dell’agguato ma solo le indagini consentiranno di chiarire il movente. Ancora poco chiara la dinamica dei fatti. I due potrebbero essere stati colpiti da un cecchino mentre erano affacciati ad un balcone. Il killer, subito dopo aver esploso diversi colpi di arma da fuoco, si sarebbe allontanato con un’automobile, facendo perdere le proprie tracce.

Giuseppe Greco è il figlio di don Ciccio Greco, boss della ‘ndrangheta noto alle cronache sin dagli anni cinquanta e scomparso alcuni anni fa. Giuseppe aveva seguito la strada del padre ed era entrato a far parte della malavita già da ragazzino. Negli anni ha avuto diversi problemi con la giustizia, fino all’arresto nel 2010. Dopo tre anni di silenzio, nel 2013 il boss decide di passare dalla parte dello Stato e di diventare un collaboratore di giustizia. La sua decisione aveva allarmato non poco le cosche di Reggio Calabria ma non solo. Greco ha avuto contatti importanti con esponenti politici e imprenditoriali e le sue parole avrebbero potuto creare parecchi problemi a diverse note personalità.

Nell’ottobre del 2015, però, Greco ha ufficializzato la decisione di non voler più collaborare con la giustizia, prendendo addirittura le distanze da tutte le dichiarazioni fatte in precedenza. C’è da dire che il suo percorso da pentito non era stato molto semplice, visto che per un periodo era stato sottoposto a ricovero per presunte patologie mentali e che nello scorso anno per alcuni giorni si era anche reso irreperibile. Resta da comprendere perché Polimeno, l’uomo ucciso nell’agguato, si trovasse nell’appartamento di Greco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *