Agguato ad Afragola: morto un 43enne

Agguato ad Afragola: muore il 43enne Antonio Cacace, raggiunto da alcuni colpi di arma da fuoco alla schiena

Agguato ad Afragola, la camorra torna a fare paura anche in provincia di Napoli. A perdere la vita il 43enne Antonio Cacace. L’uomo si trovava in sella al suo scooter, tra l’altro in una strada non molto isolata, quando è stato raggiunto da almeno tre colpi di arma da fuoco alla schiena.

L’uomo è stato trasportato all’ospedale San Giovanni di Dio di Frattamaggiore ma è spirato poco dopo il ricovero. Spetta ora alla polizia indagare sul delitto. Quel che è certo è che Cacace aveva precedenti per estorsione, furto e associazione a delinquere.

Sembra, inoltre, che da alcuni mesi la vittima avesse terminato di scontare, ai domiciliari, una pena. La Squadra Mobile di Napoli lo aveva bloccato nel 2013, quando aveva tentato l’assalto ad un portavalori nel territorio di Casoria, alle porte del capoluogo.

L’escalation di violenza continua a salire. Troppi i morti ammazzati negli ultimi giorni. Dopo un periodo di relativa calma, la camorra ha ricominciato ad alzare il tiro e ad eliminare vite. C’è da attendere, comunque, lo sviluppo dell’indagine per capire in quale contesto è maturato il delitto Cacace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *