Arrestato Antonio Pelle del clan Vottari: era in fuga dal 2012

Antonio Pelle è stato arrestato: si era reso irreperibile dal 2012. E’ stato fermato a Seminara, in provincia di Reggio Calabria

Antonio Pelle è stato arrestato. Si conclude la fuga di un altro pericoloso latitante. L’uomo è stato fermato a Seminara, in provincia di Reggio Calabria. Gli inquirenti lo cercavano dal 2012. Dovrà rispondere di associazione a delinquere di stampo mafioso ma non solo. E’, infatti, destinatario di ordinanze di custodia cautelare per i reati di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti e concorso in detenzione di stupefacenti.

Antonio Pelle è un elemento di spicco del clan Vottari, attivo nella Locride. Era stato già arrestato nel 2007, nel corso delle operazioni effettuate dopo la strage di Duisburg. 28 anni, l’uomo ha cercato di evitare l’arresto nascondendosi sul tetto di un’abitazione all’interno della quale aveva trovato riparo. Gli agenti, però, lo hanno individuato. Pelle non ha opposto resistenza all’arresto. Inoltre, non possedeva con sé armi nel momento in cui è stato catturato.

Il latitante si trovava nell’abitazione di Antonino Penna. Quest’ultimo, già noto alle forza dell’ordine ma per reati non legati alla ‘ndrangheta, è stato arrestato con l’accusa di favoreggiamento. Gli inquirenti ritengono che Antonio Pelle si trovasse di passaggio nella piana di Gioia Tauro. Vi è, infatti, la convinzione che l’uomo si sia nascosto soprattutto nella Locride in questi quattro anni di latitanza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *