Il boss si pente: ecco come si vendica la camorra

Un boss del clan Lo Russo ha deciso di pentirsi: la camorra si è vendicata nei confronti dei familiari dell’uomo. Ecco come

Quando un boss di camorra decide di pentirsi, le conseguenze della collaborazione possono ripercuotersi negativamente sugli altri affiliati. I clan si sentono, quindi, costretti ad abbozzare una reazione, più o meno violenta, per cercare di convincere il pentito a ritrattare.

A Miano i clan sono in fibrillazione per via della decisione di diversi uomini del clan Lo Russo di passare dalla parte dello Stato. Alcuni mesi fa Mario Lo Russo si è pentito. Ha, infatti, avviato una collaborazione con la Direzione Distrettuale Antimafia.

La risposta della camorra non si è fatta troppo attendere. A Miano, storico feudo del clan Lo Russo, due auto sono state incendiate. Non si è trattato di un evento accidentale ma di un incendio doloso. Gli agenti lo hanno capito quando hanno scoperto che le due auto incendiate appartengono alla moglie e alla figlia di Mario Lo Russo.

Resta da capire il movente del grave atto intimidatorio. Una prima pista porterebbe ad un regolamento di conti interno al clan. Un’altra, invece, si concentrerebbe su un’azione organizzata da altri clan operanti nella zona, vogliosi di prendere il posto dei Lo Russo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *