Camorra, la visita al neonato figlio gli costa caro: arrestato latitante

Camorra: in provincia di Napoli arrestato un 23enne latitante dal 2014. Troppa la voglia di incontrare sua moglie e il figlio neonato, scelta che ha pagato a caro prezzo

In provincia di Napoli, per l’esattezza nel comune di Saviano, i carabinieri della sezione catturandi del Nucleo Investigativo di Napoli hanno arrestato Nicola De Martino, latitante dal 2014 e nipote di Guglielmo Giuliano, quest’ultimo tra i capi storici dell’omonimo clan che opera nel capoluogo partenopeo.

I carabinieri lo hanno individuato in un appartamento di Saviano. Si trovava lì per incontrare sua moglie e il figlio da poco venuto al mondo. De Martino non si è opposto all’arresto, vista anche la presenza della sua compagna e del bambino. Il ventitreenne. che aveva da scontare una pena residua di due anni di reclusione per reati commessi quando era minorenne, era stato imputato anche associazione mafiosa, traffico di sostanze stupefacenti, lesione e porto e detenzione illegale di armi da fuoco.

Secondo gli inquirenti, De Martino, forte anche del legame di parentela con la famiglia di Forcella dei Giuliano, è un esponente di primo piano dei gruppi camorristici giovanili che già da alcuni anni contendono ad altri clan il controllo delle attività illecite del centro storico di Napoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *