Capaci e Via d’Amelio: Messina Denaro mandante stragi

Stragi di Capaci e via d’Amelio: nuovo capo d’imputazione e mandato d’arresto per il latitante Matteo Messina Denaro

Un nuovo ordine di cattura per il numero uno di Cosa Nostra: stiamo parlando di Matteo Messina Denaro, latitante dal 1993, che è stato accusato di essere tra i mandanti delle stragi di Capaci e di Via d’Amelio, quelle in cui persero la vita i giudici Falcone e Borsellino nonché gli uomini delle rispettive scorte.

Il Gip di Caltanissetta ha, infatti, emesso un’ordinanza di custodia cautelare per il super latitante. In seguito alle dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia sarebbe emersa la presenza di Messina Denaro all’ormai noto summit mafioso del 1991, quello in cui Totò Riina e altri boss mafiosi decretarono la necessità di eliminare i due giudici ed effettuare un attacco frontale allo Stato.

Sembra che già nei primi anni novanta Messina Denaro fosse il capo della mafia trapanese e un alleato prezioso dei corleonesi insieme ad un altro boss di spessore, vale a dire Vincenzo Milazzo. Quest’ultimo, boss di Alcamo, avrebbe confidato al suo autista l’intenzione dei corleonesi di organizzare la strage. In seguito l’autista del boss, Armando Palmeri, si sarebbe pentito e avrebbe raccontato questo particolare ai giudici. Pochi giorni prima della strage Milazzo venne ucciso. Stessa sorta toccò anche alla sua fidanzata. Secondo Gioacchino La Barbera, la donna sarebbe stata strangolata proprio da Matteo Messina Denaro.

Nel corso degli ultimi anni sono state ascoltate le parole di diversi collaboratori di giustizia, a partire da Gaspare Spatuzza, passando anche per Francesco Geraci e Vincenzo Sinacori.  Sempre a detta di Gioacchino La Barbera, Messina Denaro sarebbe stato l’uomo che avrebbe dovuto uccidere Giovanni Falcone a Roma ma il progetto fu poi accantonato perché la mafia decise che l’omicidio del giudice venisse compiuto in Sicilia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *