Clan Catuogno-Di Biase: 8 arresti. L’incredibile vicenda di Antonio Esposito

Clan Catuogno-Di Biase: Antonio Esposito fu prima arrestato per un delitto, poi risarcito dallo Stato. I pentiti lo inchiodano di nuovo ma non può più pagare per quel reato

L’operazione dei Carabinieri si è conclusa con 8 arresti nel clan Catuogno-Di Biase. Si tratta di una cosca che si è divisa dal clan Mallardo e che opera in provincia di Napoli, nell’area di Giugliano in Campania. Tra gli arrestati figura anche Antonio Esposito. Surreale e, per certi versi, assurda la sua vicenda.

Esposito fu arrestato alcuni anni fa perché ritenuto il responsabile dell’omicidio di un giovane immigrato. Fu, però, risarcito dallo Stato per ingiusta detenzione con una cifra pari a circa 110 mila euro. Dopo la condanna in primo grado era, infatti, stato assolto con sentenza definitiva. Alcuni pentiti avrebbero, però, confermato la responsabilità dell’uomo rispetto all’omicidio. Il paradosso è che, per la legge italiana, l’uomo non può essere processato due volte per lo stesso delitto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *