Clan Fabbrocino: picchiarono imprenditore, due arresti

Clan Fabbrocino: picchiarono un imprenditore in un’area di servizio per estorcergli 15.000 euro, arrestati

Erano convinti che l’appartenenza al clan Fabbrocino fosse garanzia di impunità. Si sbagliavano. Michele Buonaiuto e Felice Pannone sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Avellino. La misura cautelare è stata emessa dal Gip di Napoli, su richiesta della Dda.

I due si sarebbero resi protagonisti di un’aggressione finalizzata ad una tentata estorsione. Vittima un imprenditore del settore turistico della provincia di Avellino. L’uomo fu aggredito fisicamente all’interno di un’area di servizio nei pressi di Baiano (Av). I due sono accusati di tentata estorsione e lesioni personali. C’è anche l’aggravante perché i due avrebbero cercato di intimidire la vittima in virtù della loro appartenenza alla cosca Fabbrocino. L’aggressione è stata ripresa dalle telecamere a circuito chiuso presenti in zona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *