Clan Formicola: 3 arresti per l’omicidio Amendola

Tre arresti nel clan Formicola per il delitto di Vincenzo Amendola, il giovane ucciso nel 2016 a San Giovanni a Teduccio

Clan Formicola. Tre persone sono state arrestate per il delitto di Vincenzo Amendola. Il giovane fu ucciso a San Giovanni a Teduccio, quartiere della periferia est di Napoli, il 5 febbraio 2016. L’omicidio, secondo gli inquirenti, sarebbe maturato all’interno della cosca dei Formicola.

I responsabili sono stati individuati grazie alle intercettazioni ma soprattutto grazie alle dichiarazioni di un collaboratore di giustizia. Fu quest’ultimo, tra i partecipanti all’orribile omicidio, ad indicare agli inquirenti il luogo preciso in cui era stato abbandonato il cadavere. Il corpo senza vita del giovane, non a caso, fu ritrovato solamente il 19 febbraio 2016.

Vincenzo Amendola fu ucciso perché si era diffusa la voce circa una relazione tra il giovane e la moglie di un boss del clan Formicola. Uno sgarro imperdonabile in terra di camorra, a maggior ragione per il fatto che il boss era ed è attualmente detenuto. In questo modo, il clan avrebbe tutelato l’onore del capoclan.

L’ordinanza di custodia cautelare è stata emessa dal Gip di Napoli, su richiesta della Dda. L’operazione è stata eseguita dalla Squadra Mobile di Napoli. Tra gli accusati anche il figlio del boss.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *