Confisca da 11 mln di euro ad imprenditore casertano

Confisca da ben 11 milioni di euro ad un imprenditore casertano legato al clan Zagaria

Una confisca da 11 milioni di euro è stata effettuata dalla Direzione Investigativa Antimafia. Il decreto di confisca beni è stato emesso dal tribunale di Santa Maria Capua Vetere, in provincia di Caserta. Il provvedimento ha colpito Francesco Grassia, imprenditore di 71 anni.

L’uomo era stato arrestato nel 2000. Era accusato di associazione a delinquere di stampo camorristico. Gli inquirenti ritengono che Grassia si sia occupato di diverse attività nel clan. Avrebbe fornito supporto logistico agli affiliati e nascosto armi. In aggiunta, avrebbe riscosso le estorsioni e reinvestito le somme di denaro del clan provenienti da illecite attività. Infine, avrebbe importato armi dalla ex Jugoslavia.

Secondo le dichiarazioni rese da diversi collaboratori di giustizia, Grassia avrebbe fatto parte del clan Zagaria. Parliamo di una delle cosche più potenti all’interno del cosiddetto clan dei casalesi. Sono stati sottoposti a confisca fabbricati e società ma anche beni mobili e rapporti finanziari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *