Giuseppe Simioli: arrestato latitante clan Polverino

Il reggente del clan Polverino Giuseppe Simioli è stato arrestato nel viterbese

Giuseppe Simioli è stato arrestato. I carabinieri di Napoli, in collaborazione con i cacciatori di Calabria e i militari di Ronciglione, lo hanno fermato nel viterbese. Simioli, 50 anni, è considerato l’attuale reggente del clan Polverino.

Latitante dal maggio 2011, dovrà scontare 24 anni di reclusione per associazione mafiosa, traffico di droga e traffico d’armi. Il rifugio in cui l’uomo è stato accurato appariva come un vero e proprio resort di lusso. Aveva appena abbandonato il sui nascondiglio nell’agro-romano per rifugiarsi altrove. Lo spostamento, però, è stato fatale. L’uomo conduceva da anni una doppia vita. A Marano di Napoli, infatti, vivevano sua moglie e suo figlio ma già da diverso tempo aveva intrapreso una relazione con una donna ispano-brasiliana dalla quale ha avuto due figli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *