Gomorra 2 riassunto prima puntata: Episodio 1

Gomorra 2 riassunto prima puntata: ecco la sintesi dell’episodio 1 della seconda stagione della fiction nata da un’idea di Roberto Saviano

Gomorra 2 ha preso il via martedì 10 maggio su Sky Atlantic e i primi due episodi non hanno, di certo, deluso i telespettatori. Mafieitaliane.it vi offre una sintesi della prima puntata della nuova stagione della fiction televisiva ideata dallo scrittore Roberto Saviano.

Genny lotta tra la vita e la morte, don Savastano torna libero, Ciro e Conte organizzano il nuovo clan

Gomorra 2 riassunto prima puntata  Episodio 1: La serie si apre con Genny Savastano che, gravemente ferito in seguito alla sparatoria nella quale è rimasto coinvolto al termine della prima stagione, si trova in ambulanza e lotta tra la vita e la morte. Don Pietro Savastano, intanto, è stato liberato dal suo compagno Malammore ma uno dei suoi uomini immediatamente gli dice che suo figlio Genny è rimasto gravemente ferito in uno scontro a fuoco. La terza scena è quella in cui Ciro Di Marzio si reca dal suo nuovo boss Salvatore Conte e gli riferisce quanto accaduto. I due parlano anche dell’evasione di don Pietro, Ciro gli riferisce della necessità di portare dalla loro parte sia i cosiddetti indecisi sia coloro che prima erano stati alleati di Genny Savastano. L’idea di Ciro è di convocare una riunione alla quale dovranno partecipare anche coloro che sono stati, indirettamente o direttamente, colpiti dai Savastano. Vuole assegnare una piazza di spaccio ad ognuno di loro, con Salvatore Conte che sarà il capo di questa organizzazione e che potrà, così, nuovamente comandare a Napoli, nella sua città, e non dalla Spagna, come era accaduto prima.

I primi turbamenti di Deborah, moglie di Ciro

La compagna di Ciro è preoccupata per le sue sorti e per quelle di sua figlio, dopo ciò che Ciro ha fatto al clan Savastano. Ciro dice a Rosario ‘o Nano di aver accumulato in un anno solamente 60.000 euro e che è necessario trovare altri soldi. Decide di organizzare una rapina per racimolare altro denaro e, con una violenza sempre più inaudita, uccide tre persone. La moglie di Di Marzio viene convocata in commissariato in quanto presente alla recita durante la quale è partita la sparatoria. La donna riferisce dell’assenza di suo marito in quella occasione. Ciro convince un uomo a prendersi la colpa di quanto accaduto e ad un altro dice di andare dalla polizia e di fare quel nome. L’uomo, per soldi e forse anche per paura, accetta di farsi la galera al posto di Ciro e si rasa i capelli a zero per essere ritenuto credibile.

La riunione del clan Conte

Viene organizzata la tanto attesa riunione. Ciro promette agli uomini e alle donne presenti che, pagando una quota, avranno diritto a gestire in autonomia la droga che Salvatore Conte sta per acquistare, un ruolo più importante rispetto a quello che era stato riservato agli spacciatori dai Savastano i quali, invece, tenevano tutti a stipendio. Tutti mettono sul tavolo i soldi. In questa scena si vedono anche alcune new entry, come Gianluca Di Gennaro e Cristina Donadio, quest’ultima nei panni di Chanel. E’ la sorella di Zecchinetta, ucciso dai Savastano nella prima stagione. Ora è lei a gestire la piazza di spaccio che in passato era appartenuta al fratello.

Deborah si allontana da casa

Don Pietro Savastano dice ai suoi uomini che, dopo essersi finto pazzo per tanto tempo, non ha alcuna intenzione di farsi beccare di nuovo o, peggio, di farsi sparare. Il boss sa di essere costretto ad allontanarsi, perché tallonato dalla polizia, ma assicura ai suoi uomini che presto si riprenderanno di nuovo tutto. Ciro porta sua moglie e sua figlia in un’abitazione più sicura ma la donna continua a non sentirsi tranquilla. In preda ad una crisi d’ansia, Deborah rivela a suo marito di non riuscire a sopportare il peso di questa situazione. Deborah vuole portare sua figlia Mariarita lontano da quei luoghi ma Ciro, ovviamente, non è d’accordo. La donna si fa accompagnare da un uomo di Ciro nella sua vecchia casa ma poi fa perdere le sue tracce. Ciro lo viene a sapere e aggredisce fisicamente l’uomo che avrebbe dovuto vigilare sua moglie.

Deborah e Ciro: un epilogo drammatico

Ciro, durante un incontro con Conte e gli altri uomini del clan, riceve una telefonata e scopre che sua moglie stava pensando di recarsi presso un commissariato di Polizia. Al ritorno a casa della donna, l’uomo le chiede scusa e la invita ad andare insieme in un ristorante. Nemmeno la cena sembra, però, rasserenare la donna. I due si dirigono sulla spiaggia e cominciano di nuovo a litigare. All’ennesimo rabbioso comportamento della donna Ciro risponde con la violenza e comincia a picchiarla. L’uomo le mette le mani al collo nel tentativo di calmare sua moglie ma stringe talmente forte che arriva a soffocarla e ad ucciderla. Sul luogo arriva Rosario ‘O Nano. Ciro piange, sistema il corpo di sua moglie in auto e fa in modo che la vettura esploda.

Conte brinda alla nuova alleanza, Genny comincia a dare segnali di vita

Il giorno dopo l’attenzione ritorna agli affari. Salvatore Conte dice che è arrivato un nuovo giorno ed una nuova alleanza in cui le decisioni vengono prese insieme. Lui compra la roba per tutti ma ognuno, dice Conte, è il re a casa sua. “Abbiamo fatto gli Stati Uniti di Scampia-Secondigliano” dichiara Conte. Ciro non sembra avere alcuna intenzione di festeggiare e si reca in obitorio a riconoscere sua moglie. Ciro piange a dirotto mentre Genny, intanto, ancora ricoverato in ospedale, comincia a dare segnali di ripresa.

Vi abbiamo offerto di Gomorra 2 il riassunto della prima puntata, in particolare del primo episodio. Presto proporremo il riassunto anche dell’episodio 2.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *