Gomorra 2 riassunto quinta puntata: episodi 9 e 10

Gomorra 2 riassunto quinta puntata: ecco la sintesi degli episodi 9 e 10 della fortunata serie televisiva italiana

Donne protagoniste

Gomorra 2 riassunto quinta puntata Episodio 9: Chanel è in fibrillazione per l’imminente uscita dal carcere di suo figlio ma, dall’altro lato, è preoccupata perché nota un certo feeling tra il suo autista e sua nuora. L’autista dice a donna Annalisa, alias Chanel, che Malammore vuole parlare con lei. La donna non rifiuta la proposta ma vuole prima studiare le prossime mosse di Ciro Di Marzio. Chanel fa in modo che il ragazzo accompagni da solo la nuora Marinella a casa ma fa seguire i due da un altro suo uomo. I due si appartano in auto. Il ragazzo, Mario, vorrebbe portare Marinella lontano da Napoli ma lei le dice che d’ora in poi non si vedranno più. Chanel, venuta a conoscenza della tresca tra i due, fa uccidere Mario: un suo uomo gli spara nelle parti intime.

La piazza di spaccio della discordia

Chanel, intanto, incontra Ciro. Il boss le fa capire che farà il possibile per trovare Pietro Savastano. Chanel esprime le sue perplessità sul fatto che i ragazzi del Vicolo, capitanati da o’ Trak, vogliono impossessarsi della piazza di spaccio del Principe mentre lei vorrebbe che la stessa venga consegnata a suo figlio Lelluccio, appena uscirà dalla galera. Ciro le dice di essere d’accordo con lei e comunica questa notizia agli altri membri dell’Alleanza. I ragazzi del Vicolo non sono d’accordo ma Ciro non vuole sentire ragioni e consiglia ai giovani affiliati al clan di trovare in fretta Pietro Savastano, così potranno prendere la piazza del padre di Genny.

Il ritorno a casa di Lello e l’amara sorpresa

Marinella viene aggredita da alcune donne del quartiere. La ragazza trova riparo a casa ma c’è Chanel che l’attende. Sua suocera le dice che ora bisogna trovare una soluzione, perché ormai tutti sanno che suo figlio è stato tradito dalla moglie. La ragazza vuole sapere quale sorta sia toccata a Mario. La donna non risponde, sorride e se ne va. Lello esce dal carcere ma ad attenderlo c’è solamente sua madre. L’uomo vuole sapere dove sia sua moglie, Chanel prova a tergiversare e le dice che è meglio tornare a casa. Chanel organizza una festa per l’uscita dalla galera di suo figlio. Lello parla con Marinella in disparte e le fa sapere che l’uomo con il quale aveva avviato una relazione è stato ucciso come un cane. Marinella le dice che, a questo punto, se vuole può uccidere anche lei perché in tutti questi anni lei ha vissuto con il fiato sul collo della suocera e fare l’amore con Mario è stata l’unica cosa che davvero l’ha resa felice. Lelluccio reagisce male e le rifila uno schiaffo.

Lello si salva grazia alla…polizia

Lello si dirige in strada in sella alla sua moto per distrarsi un po’. I ragazzi del Vicolo lo sorprendono e lo aggrediscono, lo caricano in automobile con l’obiettivo di ucciderlo. Durante il tragitto una volante della Polizia ferma l’auto. Gli agenti notano le ferite al volto di Lelluccio. I ragazzi vengono portati in caserma ed è, così, che Lelluccio si salva da una morte praticamente certa. Il ragazzo comunica quanto accaduto a sua madre e, ovviamente, le dice di essere stato picchiato dalla banda di o’ Trak. Chanel incontra Ciro e pretende che il boss prenda una decisione: o con lei o contro di lei.

Morte di o’ Trak

Chanel si vendica dei ragazzi del Vicolo e fa prelevare o’ Trak. Il ragazzo viene selvaggiamente picchiato. La donna non ha dimenticato che è stato proprio o’ Trak ad uccidere suo fratello Zecchinetta. O’ Trak non rinuncia alla sua spavalderia, dicendo di aver provato piacere nell’uccidere suo fratello. O’ Trak viene ammazzato e viene fatto affogare in una vasca con all’interno il suo stesso sangue.

Lello e Marinella: un amore ormai finito

Lello è arrabbiato con sua madre e la accusa di starle troppo addosso. Lello non vuole vivere con sua moglie e, così, Marinella si trova nuovamente costretta a stare a contatto con sua suocera. Chanel le dice che le donne non sono fatte per fare le mogli ma che può imparare anche lei a diventarla. Lelluccio chiama Marinella e le confessa di aver appena fatto sesso con una donna. Marinella non sembra scossa più di tanto dall’evento. Lello le comunica di voler tornare insieme a lei perché vuole riprendersi tutto ciò che gli appartiene.

Il piano di Patrizia

Pietro Savastano commenta i fatti accaduti nell’ultimo periodo ed è soddisfatto di come le cose si stanno mettendo perché si è reso conto che i membri dell’Alleanza sono in contrasto tra loro. Patrizia dice al boss di aver pensato ad una strategia ma di voler prima verificare se l’operazione sia fattibile o meno. Chanel va ad acquistare un abito presso il negozio in cui lavora Patrizia, sempre in compagnia di sua nuora. Patrizia e Marinella sono amiche e la commessa le dice di poterla aiutare a risolvere questa situazione. Patrizia con una scusa si presenta a casa di Chanel per consegnarle un abito e, dopo aver salutato Annalisa, si reca nell’appartamento di fronte, quello in cui vive Marinella. Patrizia le consegna un bigliettino e suggerisce alla ragazza di chiamare il numero di telefono presente all’interno del foglio. Solo così potrà davvero riacquistare la libertà.

Lello si salva ancora

La ragazza decide di telefonare. Destinatari della chiamata sono i ragazzi del Vicolo, assetati di vendetta dopo la morte di o’ Trak. Si tratta, dunque, di un piano per uccidere il figlio di Chanel. I ragazzi del Vicolo consegnano le armi ad alcune giovani leve del clan, saranno loro ad occuparsi dell’omicidio. Marinella sa di doversi incontrare con suo marito e viene invitata dal commando che dovrà ucciderlo a trovare una scusa per fare in modo che l’uomo abbandoni la sua abitazione. Lello torna a casa, Marinella finge di voler tornare con lui ed esprime al marito il desiderio di andare a fare una passeggiata. I due scendono insieme ma all’improvviso si sente il boato degli spari. I ragazzi hanno ucciso la persona sbagliata. Marinella non può fare altro che scappare.

La scelta di Marinella

Quelli del Vicolo cominciano a festeggiare, convinti che tutto sia andato a buon fine, ma una telefonata rivela la brutta sorpresa: Lello è ancora vivo. Chanel si incontra con suo figlio e fa sapere ad un suo uomo di fare in modo che, tramite Malammore, ci sia un appuntamento tra lei e don Pietro. Il quartiere è, intanto, pieno di pattuglie di polizia, dopo l’omicidio di un uomo che nulla aveva a che fare con le vicende criminali. Marinella decide di recarsi dalla Polizia.

Ciro e Genny: atto secondo

A sorpresa, all’interno di un aeroporto, Ciro attende Genny che è appena tornato da un viaggio in Sud America. L’immortale esprime la sua delusione per il fatto che Genny si fosse accordato con il Principe ma, allo stesso tempo, dice che il vero responsabile di quanto accaduto è don Pietro Savastano il quale, come abbiamo visto nella quarta puntata, ha fatto uccidere lo stesso Principe ma anche Rosario o’ Nano. Ciro prova a far leva su Genny e gli dice che insieme avrebbero potuto fare grandi cose ma Gennaro ha voluto fare tutto da solo ed è andata male. Di Marzio gli comunica che ora i due hanno un’altra opportunità. Termina così l’episodio 9.

 

 

Don Pietro e Chanel

Gomorra 2 riassunto quinta puntata Episodio 10: Chanel e Don Pietro si incontrano. Annalisa spera che il boss torni al suo posto perché di Ciro Di Marzio non si fida più. La donna deve, inoltre, fare i conti con Marinella che, dopo aver tentato di fare uccidere suo marito, si è rivolta alla Polizia.

Cellulari e schede telefoniche: l’arma di Ciro per beccare don Pietro

Ciro si incontra con un ragazzo che ha il compito di tenere sotto controllo i cellulari di Malammore. L’uomo gli dice che i Savastano cambiano continuamente scheda ma ci sono tre cellulari che, invece, si trovano sempre nella stessa posizione e, per tale ragione, sono rintracciabili.

La mediazione di Patrizia

Patrizia dice a don Pietro di aver incontrato Genny. Tra padre e figlio l’aria rischia di essere di nuovo tesa perché Gennaro è venuto a conoscenza di quanto fatto da suo padre, ovvero dell’omicidio del Principe e di Rosario o’ Nano. Don Pietro non sembra preoccupato ma Patrizia dice al boss che Genny non è uno stolto e che, anzi, è proprio come suo padre. In ogni caso, Genny vuole incontrare suo padre e sarà proprio Patrizia a fare da tramite. La donna chiama Genny e, parlando in codice, fa capire al ragazzo che all’indomani Gennaro e don Pietro si sarebbero visti.

Ciro scopre Patrizia

Controllando la posizione del cellulare utilizzato da Patrizia, Ciro viene a conoscenza dell’identità della donna e, dunque, d’ora in poi sa che è lei ad occuparsi di don Pietro. Ciro vuole che un suo uomo la segua. Proprio mentre parte l’autobus che Patrizia prende per tornare a casa, Ciro viene avvertito, in seguito ad una telefonata, in merito al tradimento di Chanel. Di Marzio incontra i ragazzi del Vicolo e gli altri membri dell’Alleanza e comunica loro che ora sa come poter rintracciare don Pietro perché c’è Patrizia, la nipote di Malammore, che rappresenta il contatto principale del boss.

La fedeltà di Patrizia

Patrizia, all’indomani, sale in auto con un uomo di don Pietro ma si rende conto sin da subito di essere seguita da qualcuno. La donna dice all’autista di dirigersi in direzione Roma, per andare a prendere Genny. Dopo un po’, per avere conferma dei suoi sospetti, decide di entrare in una strada secondaria. Quello che era un sospetto ormai è una certezza. Patrizia si fa accompagnare in un ristorante e utilizza il telefono del locale, sicuramente non sottoposto ad intercettazione, per comunicare con Genny. Ciro pensa che il summit si tenga proprio all’interno del ristorante e, dunque, si convince che all’interno ci sia don Pietro. Genny viene avvertito da Patrizia sul fatto che il summit non si terrà. Anche Genny utilizza un telefono di un locale per richiamare Patrizia. La donna gli dice che quelli dell’Alleanza hanno capito che è lei a fare da tramite. Patrizia comunica a Genny la location in cui si terrà l’incontro tra lui e suo padre.

Dov’è Patrizia?

Il viaggio di Patrizia riparte. Ciro vuole che i suoi uomini entrino nel ristorante per vedere se c’è don Pietro ma del boss nessuna traccia. Genny si dirige da suo padre e gli dice che il suo nascondiglio è bruciato e che Ciro, ormai, sa tutto. Il boss vuole sapere dove si trovi Patrizia. Genny non ne è a conoscenza, dice al padre che la ragazza si è accorta di essere seguita ma che è stato comunque lui ad aiutare suo padre e a salvarlo. Don Pietro ha compreso il piano di Patrizia, ovvero ha capito che la ragazza si farà seguire ma che non porterà i membri dell’Alleanza da lui.

Patrizia rischia la vita

Comincia un folle inseguimento in autostrada, con Ciro che cerca di rintracciare l’auto al cui interno si trova Patrizia. Le due automobili imboccano una strada contromano, fino a quando Ciro riesce a bloccare l’auto e conduce Patrizia all’interno del proprio veicolo. Intanto, i membri dell’Alleanza hanno prelevato il fratello di Patrizia e minacciano di ucciderlo. Patrizia dice che suo fratello non è coinvolto in questa vicenda. Ciro vuole sapere dove si trova Savastano. Patrizia tentenna ma, visto che suo fratello sta per essere ucciso, è costretta a rivelare il luogo in cui è nascosto don Pietro. La donna comunica l’indirizzo del vecchio rifugio di don Pietro ma il boss ha ormai lasciato quell’appartamento. Nel bunker, infatti, non c’è nessuno.

Ciro, il boss che non vuole più uccidere

Ciro lo viene a sapere e, dunque, la vita di Patrizia e di suo fratello è nuovamente in pericolo. La ragazza dice che è lei a dover essere uccisa e, così, Ciro fa in modo che il fratello della donna venga allontanato. Ciro e Patrizia restano da soli, l’Immortale dice che i morti che egli stesso ha causato sono troppi e che non gli fanno dormire sonni tranquilli. Per tale ragione, Ciro dice di non poter più uccidere e rimarca che sia proprio questa la differenza tra lui e don Pietro. Patrizia è salva, così come suo fratello.

Il tradimento dei ragazzi del Vicolo e l’autorità di don Pietro

Malammore incontra o’ Cardillo, componente della banda di o’ Trak, e dice di voler proporre uno scambio: la piazza di Chanel andrà ai ragazzi del Vicolo se loro diranno a Malammore il luogo in cui si trova Ciro. I ragazzi accettano e decidono, così, di tradire Ciro. Don Pietro, alla presenza di Genny, viene a sapere che i ragazzi del Vicolo hanno accettato la proposta. Assistiamo ad un nuovo  confronto tra padre e figlio, con don Pietro che dice di essersi liberata di Chanel perché impossibilitato a fidarsi di lei e di aver nuovamente portato dalla sua parte i ragazzi del Vicolo. Don Pietro dice a Genny: “Cosa siamo io e te?”. E’ lo stesso don Pietro a rispondere, dicendo: “Siamo un padre ed un figlio. Il figlio ha provato a fregare il padre mentre il padre ha fregato il figlio“. Il boss conferma dinnanzi al figlio la sua autorità: “Secondigliano è mia“.

L’arresto di Chanel

I ragazzi del Vicolo si lanciano all’inseguimento di Chanel ma la donna intuisce il pericolo e scappa. La sua fuga dura poco. La donna viene fermata ad un posto di blocco. Gli agenti, dopo la denuncia di sua nuora, sono ormai sulle sue tracce e si rendono conto che i documenti della donna sono falsi. E’ la fine per Chanel che, dunque, viene arrestata.

Lello torna con Ciro

Malammore si reca nel luogo in cui erano stati condotti Patrizia e suo fratello. I due vengono slegati. Patrizia dice a suo zio che Ciro se n’è andato. L’immortale incontra i membri dell’Alleanza, tra i quali anche Lello, il figlio di Chanel. Lello ha capito di non potersi fidare dei Savastano, né dei ragazzi del Vicolo i quali hanno cercato di uccidere sua madre. Ciro ha ormai compreso bene il gioco di don Pietro e ha capito che il boss considera importante solo se stesso e che gli altri sono pedine del suo scacchiere che lui pensa di gestire a proprio piacimento.

Don Pietro: stanco ma non ancora appagato

Patrizia incontra don Pietro nella sua nuova sistemazione. Savastano vuole sapere perché Ciro non l’ha uccisa (è stanco di fare morti). Patrizia gli ripete le parole di Ciro ma vuole sapere dal boss l’esito dell’incontro con Genny. Don Pietro comunica alla donna di aver detto a Genny che è necessario che suo figlio si faccia da parte. Patrizia gli chiede se anch’egli non accusi la stessa stanchezza di Ciro. Il boss conferma di essere stanco ma, allo stesso tempo, dice di non potersi fermare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *