Gomorra 3: recensione 3×01 e 3×02

Gomorra 3: è ancora Genny il protagonista assoluto ma il suo potere comincia a vacillare

Gomorra 3 è incominciato e qualche colpo di scena nella prima puntata non è mancato. La stagione è ripartita dallo stesso punto in cui si era conclusa la precedente: la morte di Pietro Savastano. Ad ucciderlo Ciro Di Marzio, grazie ad una soffiata proprio di Genny Savastano. Per Ciro, però, non è ancora il momento di chiudere i conti con il passato. Dopo aver ucciso il mandante dell’omicidio di sua figlia, è il momento di eliminare anche l’esecutore: Malammore, fidatissimo soldato di don Pietro. Anche in questo caso c’è la mano di Genny.

I clan dell’hinterland napoletano sembrano preoccupati del vuoto di potere che potrebbe scaturire dalla morte di Pietro. Genny, però, rassicura tutti. Non ci sarà una guerra. Napoli Nord continuerà ad essere governata dai Savastano, anzi da lui stesso in prima persona. Il problema è che Genny non vive più a Napoli ma si è trasferito a Roma. La capitale rappresenta per lui un luogo strategico in cui curare gli affari ed è la città in cui ha deciso di far crescere suo figlio.

Il ritorno di don Giuseppe Avitabile

Il secondo episodio comincia con uno stacco temporale di un anno rispetto al primo. Le grane per Genny non sono finite. Suo suocero Giuseppe Avitabile sta per uscire dalla prigione. Il boss di Secondigliano si fa aiutare da Gegè, un ragazzo che “ha studiato a Londra ma è originario di Secondigliano”. Gegè viene scelto per riciclare i soldi sporchi del clan Savastano ma ben presto finisce per essere coinvolto in un gioco più grande di lui. Gegè, insieme ad Azzurra, è l’unico al corrente delle manovre speculative di Genny ai danni del suocero. Ma avere la meglio di don Giuseppe non sarà per nulla facile.

Ciro, Chanel e Patrizia: che ne sarà di loro

E che dire di Ciro e delle due protagoniste femminili della seconda stagione, Patrizia e Chanel? Ciro è uscito momentaneamente di scena ma è pronto a ritornare protagonista già dalla prossima puntata. Patrizia è una donna sola, ha perso don Pietro, suo zio Malammore e anche il rispetto dei suoi stessi familiari. Per il momento, sembra volersi mantenere estranea alle vicende di camorra ma il suo ruolo potrebbe essere tutt’altro che marginale. E’ proprio lei, però, che è chiamata a fare da intermediaria tra Chanel e sua nuora Marinella. Anche Chanel sta per abbandonare la prigione e siamo sicuri abbia tutte le intenzioni di vendicarsi nei confronti di chi ha ucciso suo figlio.

Nei prossimi episodi è prevista l’entrata in scena di nuovi personaggi che potrebbero nuovamente ribaltare il tavolo e alterare equilibri criminali giù labili. Lo scontro potrebbe essere aperto non solo ai clan di Napoli Nord ma anche a quelli del centro storico. Staremo a vedere già cosa accadrà già a partire dalla puntata di domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *