I boss della camorra: recensione del libro di Bruno De Stefano

I boss della camorra: ecco la recensione del libro di Bruno De Stefano

I boss della camorra” è un libro di Bruno De Stefano. Il libro racconta l’ascesa della camorra attraverso la ricostruzione della biografia di alcuni potenti boss. Una ricostruzione precisa che scava profondamente nella vita di uomini che hanno ucciso, hanno scatenato guerre ed hanno conosciuto l’inevitabile tramonto cui va incontro chi sceglie questa vita.

“I boss della camorra” è un viaggio nella storia del Novecento campano dal punto di vista criminale. Un viaggio che permette di comprendere come è cambiata la camorra nel corso degli anni. Il libro approfondisce non soltanto le vicende criminose ma parla anche della personalità dei boss, dei loro vizi e delle loro gesta, anche al di fuori del “Sistema“.

Ci sono boss che hanno goduto di maggiore fama e le cui vicende sono, per certi versi, già note. Ci riferiamo, ad esempio, ad uomini del calibro di Raffaele Cutolo, Luigi Giuliano, Paolo Di Lauro, Francesco Schiavone. Ci sono, però, anche le storie di boss meno noti ma non per questo meno pericolosi ed importanti nella ricostruzione delle gerarchie criminali della Campania. A molti, probabilmente, i nomi di Mario Savio, Ferdinando Cesarano e Mario Fabbrocino non diranno nulla. Eppure, nel sistema mafioso partenopeo questi personaggi hanno goduto di protezione e rispetto per molto tempo.

“I boss della camorra” è un percorso che, dunque, consente di ricostruire la storia non soltanto della camorra cittadina ma anche di quella dell’hinterland partenopeo. Abitudini  e modi di agire, spesso, si intrecciano. Storie di alleanze e faide che hanno segnato il territorio per buona parte dello scorso secolo. Boss spietati che hanno decretato sentenze di morte senza alcun rimorso. Boss che hanno tolto la vita, in alcuni casi, anche a chi con la camorra non aveva nulla da fare. Perché la camorra, ieri come oggi,  è sinonimo di morte e barbarie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *