“Io sono Libero”: così la Rai ricorda l’imprenditore ucciso dalla mafia

“Io sono Libero” è il titolo della docufiction ispirata a Libero Grassi, imprenditore siciliano ucciso dalla mafia 25 anni fa. Ecco quando andrà in onda

Io sono Libero“. Di nome e di fatto verrebbe da dire. Sì, perché Libero Grassi era davvero così. Una libertà data dal fatto di essersi ribellato alla mafia, in un’epoca in cui Cosa Nostra alzava il tiro e si preparava a sfidare a tu per tu lo Stato.

A 25 anni dalla morte di Libero Grassi, la Rai vuole rendere omaggio al coraggioso imprenditore attraverso una docufiction, liberamente ispirata al libro dello storico Marcello Ravveduto, uscito nel 2012 e intitolato “Libero Grassi: storia di un’eresia borghese”.

La docufiction andrà in onda, in prima serata, lunedì 29 agosto alle ore 21. Protagonisti del film saranno Alessio Vassallo, Stella Egitto, Alessandra Costanzo e Pietro Chiaramida. La regia è stata affidata a Francesco Micciché e a Giovanni Filippetto.

La docufiction racconta gli ultimi otto mesi della vita di Libero Grassi. Un lungo calvario che comincia nel gennaio del 1991, quando esce sul Giornale di Sicilia una lettera firmata da Grassi e indirizzata agli estorsori della mafia. L’imprenditore pagherà il suo impegno nella lotta alla mafia con un isolamento che lo renderà un facile bersaglio di Cosa Nostra. Grassi verrà ucciso il 29 agosto 1991.

Clicca sul link per vedere il promo della docufiction Io sono Libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *