Mafia a Castelvetrano: sciolto il consiglio comunale

Mafia a Castelvetrano: sciolto il consiglio comunale a cinque giorni dalle elezioni

Mafia a Castelvetrano. Nel comune di origine del superlatitante Matteo Messina Denato saltano le elezioni. Tra cinque giorni, infatti, i cittadini del comune trapanese avrebbero dovuto votare per il rinnovo del consiglio comunale. Il Consiglio dei Ministri ha, però, deciso di sciogliere il comune di Castelvetrano, su proposta del Ministro dell’Interno Marco Minniti. Il motivo? Infiltrazioni mafiose, manco a dirlo.

Per i prossimi 18 mesi sarà una commissione ad amministrare il comune della provincia di Trapani. Nella nota diffusa dal Consiglio dei Ministri, si parla di “accertati condizionamenti dell’attività amministrativa da parte della criminalità organizzata“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *