Due maxi operazioni anti ‘ndrangheta: 11 arresti e sequestro da 4 milioni di euro

Due maxi operazioni contro la ‘ndrangheta: arrestate 11 persone del clan Pesce di Rosarno, effettuato un sequestro di beni a Catanzaro

Due maxi operazioni contro la ‘ndrangheta in Calabria. La prima ha portato all’arresto di undici persone ritenute appartenenti alla cosca Pesce-Bellocco di Rosarno. Gli inquirenti hanno arrestato i fiancheggiatori di Marcello Pesce. L’uomo è stato arrestato nel dicembre 2016 dopo sei anni di latitanza. Non solo droga. La cosca aveva messo le mani sul trasporto di gomma degli agrumi. Questa operazione è stata eseguita dagli agenti della squadra mobile di Reggio Calabria.

La squadra mobile di Catanzaro ha, invece, effettuato il sequestro di alcune aziende operanti nel settore delle costruzioni. Al collaboratore di giustizia Gennaro Pulice sono, invece, stati sequestrati beni per un valore di quattro milioni di euro. Gli inquirenti ritengono che l’uomo, in passato, sia stato un esponente di primo piano delle cosche confederate Iannazzo e Cannizzaro-Daponte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *