‘Ndrangheta a Siderno: ucciso sorvegliato speciale

Torna ad ammazzare la ‘ndrangheta a Siderno: esponente del clan Commisso ucciso sotto casa sua

‘Ndrangheta a Siderno. Nuovo omicidio di mafia. Carmelo Muià, 45 anni, è stato ucciso sotto casa con ben sette colpi di pistola. Era considerato uno degli elementi di spicco del clan Commisso. Arrestato nel 2010, Muià aveva da poco riacquistato la libertà. Non a caso, l’uomo si trovava ancora sotto sorveglianza speciale.

Inutile la corsa in ospedale. Per Muià non c’è stato nulla da fare. Si tratta, comunque, di un delitto che fa scalpore in un territorio da sempre dominato dai Commisso. C’è chi teme per l’inizio di una nuova stagione di sangue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *