Omicidio di camorra a Miano: ucciso pregiudicato 46enne

Delitto di camorra a Miano, nord di Napoli: ucciso un pregiudicato di 46 anni, pochi mesi fa era stato ammazzato suo figlio

Nuovo omicidio di camorra a Miano, periferia nord di Napoli. Ucciso il 46enne Aniello Di Napoli, con precedenti penali per droga e ricettazione. Aniello è il padre di Domenico Di Napoli, il ragazzo di 25 anni ammazzato solo pochi mesi fa a Piscinola, quartiere al confine con Miano. L’uomo si trovava all’interno della sua automobile quando è stato avvicinato da una motocicletta in sella alla quale si trovavano i killer che hanno aperto il fuoco e non gli hanno lasciato scampo.

Sono ancora poco chiari gli scenari sulla guerra di camorra che si sta scatenando nell’area nord di Napoli. Non è da escludere che possa esserci un filo rosso che lega gli episodi di violenza accaduti a Napoli nei giorni scorsi. Infatti, andando a ritroso, circa una settimana fa, al Rione Sanità, ci fu un agguato ai danni del clan Vastarella, in cui persero la vita due uomini ritenuti vicini al clan del centro storico di Napoli. Qualche giorno fa è stato, invece, ferito, nel corso di un altro agguato, Walter Mallo, ritenuto uno dei boss emergenti dell’area nord del capoluogo partenopeo.

Dunque, il ferimento di Walter Mallo potrebbe rappresentare la risposta del clan Vastarella ai recenti omicidi. E come potrebbe essere inquadrato il delitto Di Napoli? Secondo gli investigatori, l’uomo era ritenuto vicino al clan Lo Russo, un clan che sta vivendo momenti difficili a causa del recente arresto del boss Carlo Lo Russo e della presenza di altri pentiti che hanno indebolito la famiglia camorristica della periferia nord di Napoli. Dunque, potrebbe esserci un clan emergente che, nato da una costola del clan Licciardi, ambirebbe a spazzare via i Vastarella e i Lo Russo, famiglie che, storicamente, controllano i quartieri rispettivamente della Sanità e di Miano.

Si tratta, però, solamente di ipotesi che gli inquirenti valuteranno nei prossimi giorni. Al centro di quella che sembra essere una nuova faida di camorra il controllo delle piazze di spaccio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *