Omicidio Pasquale Izzi: arrestato boss Carlo Lo Russo

Omicidio Pasquale Izzi: arrestate quattro persone, tra cui il boss Carlo Lo Russo e sua moglie Anna Serino

Sembrano essere arrivate ad un punto di svolta le indagini sull’omicidio di Pasquale Izzi, pregiudicato di 54 anni di Napoli che stava per rientrare in carcere dopo aver trascorso, in permesso premio, le festività pasquali con la propria famiglia. Per il delitto Izzi, consumatosi a Miano, quartiere alla periferia nord di Napoli, sono state arrestate quattro persone.

Carlo Lo Russo, considerato dagli inquirenti il reggente del clan Lo Russo, è stato arrestato con l’accusa di essere il mandante del delitto. Manette ai polsi anche per Anna Serino, moglie di Lo Russo, accusata di aver fornito supporto ai killer e di averli incitati a compiere l’efferato gesto. Si spalancano le porte del carcere anche per Luigi Cutarelli, 21 anni, accusato di essere l’esecutore materiale dell’omicidio, e per Mariano Torre, 28 anni, che avrebbe affiancato l’omicida e lo avrebbe aiutato ad individuare la vittima.

Sembra che il movente del delitto sia da ricercare in vecchi rancori tra il pregiudicato e il boss Lo Russo. Il capoclan avrebbe deciso di eliminarlo perché lo considerava antipatico. L’omicidio, dunque, secondo i magistrati titolari dell’inchiesta, sarebbe stato commesso con l’aggravante della premeditazione. Ricordiamo che la vittima era detenuta presso il carcere di Avellino per reati contro il patrimonio e non risultava legata ad alcun clan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *