Pietro Siclari: sequestrati beni per 142 milioni di euro

Pietro Siclari: rapporti con la ‘ndrangheta, sequestrati beni per 142 milioni di euro

A Pietro Siclari sono stati sequestrati beni per un valore di 142 milioni di euro. L’imprenditore è accusato di aver intrattenuto rapporti con alcune cosche della ‘ndrangheta. L’imprenditore è finito in carcere già nel 2010, sempre in seguito ad un’inchiesta della Dia.

Diversi i settori del mondo dell’imprenditoria in cui Siclari avrebbe interessi: dal comparto edilizio a quello alberghiero e immobiliare. 87 gli immobili sottoposti a sequestro. Ville, appartamenti, terreni, locali commerciali ma non solo. La Dia di Reggio Calabria ha messo le mani anche su diversi rapporti finanziari riconducibili all’imprenditore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *