Rivelazioni dei pentiti: “Ecco cosa usavano i boss per giocare a calcio”

Agghiaccianti le ultime rivelazioni dei pentiti Notturno e Riccio: uomini in carcere al posto dei veri colpevoli e dettagli raccapriccianti su un omicidio

Fanno davvero gelare il sangue le ultime rivelazioni dei pentiti Gennaro Notturno e Pasquale Riccio. Con le loro dichiarazioni, i giudici stanno facendo luce su alcune delle fasi più feroci della faida di Scampia.

Partiamo da Riccio. L’ex boss del clan Abbinante ha parlato dell’omicidio di Giulio Ruggiero, avvenuto nel 2005. Riccio ha rivelato che i suoi killer, dopo aver mozzato la testa alla vittima, la utilizzarono come pallone da calcio. Non finisce qui. Riccio ha parlato di uomini che si sono accollati gli omicidi di Gelsomina Verde e di Carmela Attrice, pur non avendoli commessi. In cambio di uno “stipendio mensile” e della gestione di una piazza di spaccio, avrebbero acconsentito al carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *