Stefano Ganci: morto il killer di Chinnici e Cassarà

Stefano Ganci era all’ergastolo per gli omicidi di Rocco Chinnici e Ninni Cassarà

Stefano Ganci è morto all’ospedale di Parma all’età di 55 anni. Si tratta di uno spietato killer di Cosa Nostra. L’uomo sarebbe deceduto negli ultimi giorni del 2017. La causa del decesso è stata attribuita ad una crisi cardiaca, conseguenza di una grave patologia di cui il boss soffriva già da un po’.

Ganci è stato tra i più cruenti killer negli anni più duri delle guerre di mafie e dell’attacco delle cosche allo Stato. Non è un caso che Ganci sia stato coinvolto in alcuni dei delitti di mafia più noti degli anni ’80: gli omicidi di Rocco Chinnici e di Ninni Cassarà per i quali stava scontando l’ergastolo. E non finisce qui. Aveva subito una condanna per aver partecipato anche alla strage di via D’Amelio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *