Morto Bernardo Provenzano: capo di Cosa Nostra era malato da tempo

Morto Bernardo Provenzano: il capo di Cosa Nostra è spirato presso l’ospedale San Paolo di Milano. Aveva 83 anni Morto Bernardo Provenzano. Il boss di Cosa Nostra, ormai malato da tempo, è spirato presso l’ospedale San Paolo di Milano. Aveva 83 anni. Tra i protagonisti di diverse stragi di mafia dagli anni ’60 agli anni ’90, insieme a Totò Riina…

Casa Riina: inchino durante la processione a Corleone?

Casa Riina: durante la processione di San Giovanni Evangelista potrebbe esserci stato l’inchino davanti all’abitazione del capo dei capi, sua moglie si sarebbe affacciata Casa Riina nuovamente al centro delle polemiche. Nonostante ventitré anni di carcere duro, il boss di Corleone continua ad essere temuto e rispettato, soprattutto nella sua città natale. Un rispetto che viene mostrato dagli abitanti del…

Piersanti Mattarella: l’uomo che sognava una Sicilia migliore

Piersanti Mattarella: la storia politica, l’omicidio e le indagini sulla morte dell’ex presidente della Regione Sicilia Piersanti Mattarella, ex presidente della Regione Sicilia, è stato un politico della Democrazia Cristiana con idee diverse rispetto alla maggior parte degli uomini del partito. Un uomo che voleva cambiare la Sicilia e che, per tale ragione, dava fastidio non soltanto a Cosa Nostra…

Cesare Terranova: il giudice odiato da Liggio, ma non solo. Un delitto irrisolto

Cesare Terranova: il magistrato coraggioso ucciso dai  corleonesi nel 1979. Insieme al giudice, morì anche il suo autista Lenin Mancuso Cesare Terranova rappresenta un’altra vittima dei corleonesi i quali, tra gli anni Settanta e l’inizio degli anni Novanta, hanno cercato di eliminare qualunque uomo delle istituzioni e dello Stato che potesse rappresentare un pericolo per Cosa Nostra. Il giudice Terranova…

Michele Reina: l’omicidio che apre la stagione dei delitti politici

Michele Reina: la storia di un politico siciliano della Dc che aveva deciso di rompere con Ciancimino e Lima e che rappresentava un potenziale pericolo anche per la mafia L’omicidio di Michele Reina rappresenta un altro segnale importante della strategia stragista dei corleonesi che cercano di eliminare chiunque possa frapporsi al loro progetto di diventare i padroni incontrastati della mafia…

Palermo, mafia: arrestato il nipote di un noto boss degli anni ’80

Mafia: tratto in arresto Gaspare Caravello, nipote di un boss che negli anni ’80 si era alleato con il capo della cosca corleonese Totò Riina Dovrà scontare quattordici mesi di reclusione il quarantanovenne Gaspare Caravello che è stato arrestato dagli agenti del commissariato Zisa-Borgo Nuovo. Caravello è stato condannato in via definitiva lo scorso 8 gennaio per concorso esterno in associazione…

Giuseppe Di Cristina: le rivelazioni ai carabinieri ed una morte annunciata

Giuseppe Di Cristina: il boss che aveva compreso quanto pericolosi fossero i corleonesi Giuseppe Di Cristina è stato un boss mafioso che ha svolto un ruolo importante nella Cosa Nostra degli anni ’70. La sua vicenda ci permette di cogliere un altro momento decisivo nella scalata al potere dei corleonesi. Di Cristina, infatti, verrà eliminato proprio dalla cosca di Corleone,…

Michele Navarra: il medico mafioso e il clan dei corleonesi

Michele Navarra: il primo vero capo dei corleonesi, il primo medico capomafia Al termine della seconda guerra mondiale e dopo la rastrellata fascista imposta da Mussolini ed eseguita dal prefetto Mori, anche a Corleone la mafia tentò di riorganizzarsi. Colui che avrebbe dovuto compiere quest’operazione era Calogero Lo Bue. In effetti lo fece ma ormai era già avanti con gli…