Rocco Morabito: superlatitante ‘ndrangheta arrestato in Uruguay

Finisce nel Sudamerica la fuga di Rocco Morabito, il re della cocaina Rocco Morabito è stato arrestato. La sua fuga è durata 23 anni. Gli investigatori gli stavano dando la caccia da ben 23 anni. Il boss della ‘ndrangheta è stato fermato in Uruguay. La notizia è stata diffusa dalle agenzie media di Montevideo. Dovrà, ora, scontare una condanna a…

Operazione Ultima Spiaggia: 4 arresti

L’operazione Ultima Spiaggia ha consentito di arrestare il presunto boss del clan Paviglianiti, operante a San Lorenzo e nei comuni limitrofi E’ stata denominata operazione Ultima Spiaggia l’indagine della Dda che ha portato all’arresto di quattro persone. Tra gli arrestati figura il presunto reggente del clan Paviglianiti, già detenuto. Fermate anche altre tre persone. Per due l’accusa è di associazione…

Vincenzo Macrì: arrestato in Brasile il pericoloso latitante

Finisce in Brasile la latitanza di Vincenzo Macrì, il figlio del boss dei due mondi La latitanza di Vincenzo Macrì è terminata in Brasile. L’uomo è stato fermato all’aeroporto di San Paolo dall’Interpol. Stava, infatti, per prendere un volo con destinazione Caracas. L’indagine è stata coordinata dalla Dda di Reggio Calabria. Macrì è considerato uno dei principali broker della cocaina…

Giuseppe Giorgi: arrestato boss clan Romeo dopo 23 anni di latitanza

Giuseppe Giorgi: arrestato “U capra”, tra i cinque latitanti più pericolosi d’Italia Giuseppe Giorgi è stato arrestato. La sua latitanza si chiude dopo 23 anni. Era, infatti, ricercato dal 1994. Ora dovrà scontare una condanna a 28 anni di reclusione per associazione a delinquere finalizzata al traffico di droga ed altri reati. Era considerato il capo della cosca Romeo. Giorgi…

Gattuso e Meniti: sequestrati beni per 5,5 milioni di euro

Gattuso e Meniti: la Gdf ha sequestrato beni e rapporti finanziari a due soggetti condannati per associazione a delinquere A Francesco Gattuso e Domenico Meniti sono stati sequestrati beni per 5,5 milioni di euro. Tra i beni sottoposti a sequestro ci sono esercizi commerciali, fabbricati, terreni, rapporti bancari, polizze, depositi commerciali e abitazioni. L’operazione è stata eseguita dalla Guardia di Finanza,…

Operazione Trash: 5 arresti, colpito il clan De Stefano

L’operazione Trash ha portato all’arresto di cinque persone, tra cui i vertici del clan De Stefano Operazione Trash eseguita dalla Polizia di Stato in quel di Reggio Calabria. Cinque persone sono state arrestate. Tra queste Orazio De Stefano e Paolo Rosario De Stefano. Si tratta degli attuali elementi di vertice dell’omonima e storica cosca reggina. Secondo gli inquirenti, gli indagati…

‘Ndrangheta e movida reggina: 15 arresti

‘Ndrangheta e movida reggina: le mani della mafia calabrese sulla vita notturna di Reggio Calabria ‘Ndrangheta e movida reggina. I tentacoli delle cosche si sono allungati fino a condizionare anche la vita notturna del capoluogo. E’ questo uno dei dettagli che è emerso dall’inchiesta della Dda di Reggio Calabria che ha portato all’arresto di quindici persone. Gli indagati sono ritenuti…

Operazione Gerry: 18 arresti, preso anche un pediatra

Operazione Gerry: 18 arresti tra Sicilia, Calabria, Campania, Toscana e Lombardia. Coinvolto anche un pediatra. Ecco i dettagli Operazione Gerry. 18 persone sono state arrestate tra Sicilia, Calabria, Campania, Toscana e Lombardia. Il Gip di Reggio Calabria ha emesso il provvedimento, in seguito alle indagini della Dda reggina. L’inchiesta ha portato al sequestro di 300 kg di cocaina, per un…

Ricordato Rosario Iozia: “Non abbiate paura di dire ‘ndrangheta”

Ricordato Rosario Iozia, toccante discorso del comandante provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria Ricordato Rosario Iozia, a trent’anni dalla sua scomparsa. Iozia, brigadiere dei carabinieri, fu ucciso nel 1987 mentre inseguiva due latitanti. La commemorazione è avvenuta a Cittanova, nel reggino, presso la chiesa Matrice. Presenti alla cerimonia anche tanti ragazzi ed è soprattutto a loro che si è rivolto…

Figlia del boss si uccide: odiava la ‘ndrangheta

Figlia del boss si lancia nel vuoto: Maria Rita Lo Giudice non ha retto alla vergogna di appartenere ad una famiglia di ‘ndrangheta Figlia del boss si uccide. Un epilogo tristissimo, l’ennesimo in terra di mafia. Maria Rita Lo Giudice aveva 25 anni. Odiava il mondo della ‘ndrangheta, quello cui la sua famiglia apparteneva. Aveva scelto la strada dello studio per…