Vincenzo Macrì: arrestato in Brasile il pericoloso latitante

Finisce in Brasile la latitanza di Vincenzo Macrì, il figlio del boss dei due mondi

La latitanza di Vincenzo Macrì è terminata in Brasile. L’uomo è stato fermato all’aeroporto di San Paolo dall’Interpol. Stava, infatti, per prendere un volo con destinazione Caracas. L’indagine è stata coordinata dalla Dda di Reggio Calabria. Macrì è considerato uno dei principali broker della cocaina nonché reggente del clan Commisso.

Era lui ad occuparsi della gestione del narcotraffico tra Europa ed America Latina. Dopo diversi anni trascorsi on Olanda, pare che il boss si fosse trasferito proprio in Venezuela. Ed è dal Sud America che continuava a gestire il business della droga.

52 anni, Macrì è il figlio di Antonio Macrì. Quest’ultimo era soprannominato il boss dei due mondi. Fu ucciso nel corso della prima feroce guerra di ‘ndrangheta, nel lontano 1975.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *